AGENZIA DELLE ENTRATE CAMERA DI COMMERCIO GENIO CIVILE LEGISLAZIONE PROCESSO CIVILE TELEMATICO REGIONE VENETO

REGIONE VENETO

LAVORI PUBBLICI. APPROVATO L'ELENCO REGIONALE DEI PREZZI, STRUMENTO PER QUANTIFICARE LA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI OPERE PUBBLICHE

La Giunta Regionale ha approvato la delibera che aggiorna l’elenco regionale dei prezzi delle opere pubbliche: un passo atteso ed importante poiché il prezzario regionale rappresenta lo strumento di riferimento per la quantificazione preventiva, la progettazione e la realizzazione delle opere pubbliche in Veneto.

“Per definire l’aspetto economico complessivo di ciascuna opera pubblica ci si riferisce a questo strumento - spiega l’assessore ai lavori pubblici della Regione del Veneto -, e la revisione dell'intero prezzario, composto da diverse migliaia di voci, ha comportato diversi mesi di lavoro e confronto con professionisti interni ed esterni all’ente, in una modalità concordata con il Provveditore alle Opere Pubbliche del Veneto, l’ing. Sorrentino”.

“Con la revisione attuata la Regione del Veneto si dota di uno strumento rispondente all’evoluzione del mercato - continua l’assessore regionale -, alle nuove tecnologie e ai nuovi materiali, che possono essere impiegati nelle opere pubbliche. Inoltre, si è provveduto al completamento delle analisi dei prezzi, che non erano state inserite nei precedenti prezzari regionali”.

Al tavolo di lavoro hanno partecipato tutti gli ordini professionali di ingegneri, architetti, geometri e geologi, oltre all’ANCE.

Il nuovo prezzario sarà disponibile e scaricabile dal sito della Regione del Veneto www.regione.veneto.it, nella sezione dedicata ai lavori pubblici ed ai prezzari regionali

28.07.2020


FINANZIAMENTO DI INTERVENTI DI DEMOLIZIONE E RIPRISTINO DEL SUOLO NATURALE O SEMINATURALE

La Giunta regionale, con propria deliberazione n. 773 del 4 giugno 2019, ha assegnato i finanziamenti per complessivi 200 mila euro destinati a interventi di riqualificazione edilizia e ambientale attraverso la demolizione di opere incongrue, di elementi di degrado e di manufatti ricadenti in aree a pericolosità idraulica e geologica o nelle fasce di rispetto stradale e rinaturalizzazione del suolo.

Con la citata DGR 773/2019 è stato approvato il bando pubblico che prevede due tipi di finanziamento, a seconda del valore stimato per gli interventi, se superiore o inferiore ai 100 mila euro.
Il finanziamento nel primo caso non potrà superare i 50 mila euro, nel secondo caso i 20 mila euro e comunque il finanziamento regionale sarà concesso nella misura massima del 50% delle spese strettamente connesse agli interventi di demolizione e ripristino del suolo naturale o seminaturale.
Ai finanziamenti potranno accedere i Comuni, gli enti pubblici, gli organismi di diritto pubblico ed associazioni, singolarmente o in forma associata, nonché soggetti privati per interventi per i quali il Comune competente abbia accertato l’interesse pubblico e prioritario alla demolizione.
I soggetti dovranno presentare ai Comuni, nel cui territorio ricade l’opera incongrua, la domanda di ammissione al finanziamento corredata dal progetto dell’intervento, al fine della valutazione dell’interesse pubblico. Per gli interventi da attuarsi direttamente dai Comuni, gli enti dovranno provvedere a redigere il progetto con i contenuti previsti dal bando e dovranno dichiarare l’interesse pubblico con deliberazione dell’organo competente.
Nell’ambito delle collaborazioni avviate per l’attuazione della L.R. 14/2017 si chiede cortesemente di poter dare la massima divulgazione dei bandi.
Per maggiori informazioni si invita a consultare il sito istituzionale www.regione.veneto.it alla pagina “Bandi, Avvisi e Concorsi” o telefonando alla Regione del Veneto – Direzione Pianificazione Territoriale - U.O. Urbanistica, ai numeri: 041279 2388 / 2369.