CONSIGLIO DI DISCIPLINA

Il Consiglio di disciplina

Il DPR del 7 agosto 2012 n. 137 con l’articolo 8 ha istituito i “consigli di disciplina territoriali cui sono affidati i compiti di istruzione e decisione delle questioni disciplinari riguardanti gli iscritti all'albo” e operano in totale indipendenza.

Il Consiglio di disciplina dell’Ordine Architetti PPC di Treviso con competenza anche sugli Ordini di Belluno e Venezia, ai sensi del Regolamento pubblicato sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 23 del 15 dicembre 2012 e della successiva modifica pubblicata sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 4 del 28 febbraio 2015, è stato nominato dal Presidente del Tribunale di Treviso con decreto del 2 febbraio 2018 e resta in carica per il medesimo periodo dei Consigli degli Ordini (comma 6, art. 8 DPR 137/2012). Si è insediato in data 8 marzo 2018 ed è composto da 15 Consiglieri ed articolato in 5 Collegi secondo le vigenti disposizioni normative.

Ogni collegio è composto da 3 componenti.

La sede del Consiglio di disciplina dell’Ordine Architetti PPC di Treviso con competenza anche sugli Ordini di Belluno e Venezia ha sede presso la sede dell'Ordine Architetti PPC di Treviso - Prato della Fiera nr. 21


Indirizzo PEC disciplinaoappctvblve@archiworldpec.it


I procedimenti disciplinari

Le azioni disciplinari nei confronti degli iscritti all’Albo sono attivate su presentazione di segnalazione da parte di committenti, di Enti pubblici, di altri professionisti o d’ufficio.

Il Presidente del Consiglio di disciplina assegna ogni caso a uno dei 5 Collegi per la valutazione. 

Dopo una prima formale audizione preliminare del Professionista, il Collegio delibera l’archiviazione del caso o l’apertura del procedimento.

Nel caso di apertura di procedimento disciplinare, il Presidente del Collegio notifica al Professionista la data di citazione. 

Il procedimento può concludersi con l’archiviazione o con una delle seguenti sanzioni: avvertimento, censura, sospensione dall’Albo, cancellazione dall’Albo a seconda della gravità dell’illecito compiuto. Le sanzioni diventano definitive quando non viene presentato ricorso nei termini prescritti o nel caso in cui esso sia respinto dal CNAPPC (D.M. 10 novembre 1948)


CONSIGLIO DI DISCIPLINA TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI TREVISO CON COMPETENZA ANCHE SUGLI ORDINI DI BELLUNO E VENEZIA

INSEDIAMENTO ATTUALE

INSEDIAMENTI PRECEDENTI


NORMATIVA DI RIFERIMENTO

DPR 137 07.08.2012 - ART. 8

BOLLETTINO UFFICIALE MINISTERO GIUSTIZIA 28.02.2015

BOLLETTINO UFFICIALE MINISTERO GIUSTIZIA 15.12.2012

DELIBERA CNAPPC 16.11.2012


DELIBERE CONSIGLIO DELL'ORDINE

DELIBERA NR. 5 CONSIGLIO DEL 30.10.2013

DELIBERA NR. 4 CONSIGLIO DEL 30.10.2013

DELIBERA NR. 3 CONSIGLIO DEL 09.10.2013