GIADA BULLITTA
architetto

  • Il padiglione è formato da pannelli che scorrono su binari, e la posizione può essere sempre diversa.
  • Il padiglione avrebbe costituito un punto informativo nel cortile dell'Arsenale.
  • Anche a padiglione aperto, i pannelli sono lievemente distaccati tra loro e la luce filtra attraverso gli intercapedini.
  • I tagli di luce si creano anche all'esterno.

Tagli di luce

descrizione
Esame universitario: Padiglione informativo per la Biennale di Venezia. La luce è modellatrice dello spazio, creando effetti sempre diversi a seconda della posizione variabile dei pannelli che compongono il padiglione.
Nata a Mestre nel 1987 e sempre vissuta a Mogliano Veneto, ho frequentato la scuola superiore Istituto Statale d'Arte di Venezia (indirizzo Architettura e Arredamento) conseguendo il diploma con il massimo dei voti nel luglio 2006. Dal settembre 2006 all'ottobre 2011 ho frequentato l'università IUAV di Venezia conseguendo la laurea Magistrale con votazione 110/110 e Lode con una tesi di analisi storica e strutturale sul ponte di San Giobbe di Venezia. Durante il periodo universitario ho svolto un tirocinio presso lo studio di architettura Favaretto e Favero Associati di Mogliano Veneto, e ho parallelamente portato avanti un'esperienza lavorativa non coerente con i miei studi. Attualmente lavoro presso lo studio di architettura Tommasini di Venezia.

Curriculum vitae

I contenuti e le immagini sono stati inseriti dal progettista che se ne assume ogni responsabilità.

GIADA BULLITTA

matricola 2869
data iscrizione 03-10-2012
laurea VE 2011
vedi scheda completa